League of Legends Gdr Forum Italiano


    [01/05/2016] Venti di tempesta [QUEST]

    Condividi

    Ospite
    Ospite

    Re: [01/05/2016] Venti di tempesta [QUEST]

    Messaggio Da Ospite il Gio Mag 05, 2016 12:01 am

    ascolta con attenzione le parole dei presenti, accogliendo, nel frattempo, il bicchiere che gli viene offerto da Purscei e tenendolo tra le mani, senza però portarlo alla bocca. Un cenno con il capo ed un garbato sorriso in segno di ringraziamento per poi spostare lo sguardo sui presenti a mano a mano che parlano.
    Quando Alexander espone il proprio piano, l'attenzione di Kurama si fa maggiore su di lui ma, alla fine del discorso, un'espressione perplessa gli rimane sul viso. Non sembra aver compreso a pieno quello che esso vuole fare, ad eccezione della suddivisione dei gruppi e del fatto che non è contento delle poche informazioni che gli sono state fornite. Quado poi Judal gli rivolge la domanda, riguardo alla sua capacità di combattere, Yoko solleva il dito indice della mano libera dal bicchiere, come a volergli indicare di aver sentito la domanda ma di voler rispondere in seguito. Le persone che parlarono in seguito furono quelle che però lo stupirono di più. Uno di questi, con qualche tipo di inganno magico, era in grado di distogliere l'attenzione da se, la gattina parlante sa parlare con gli animali ed Erin, l'ultima a parlare, è in grado di teletrasportarsi, cosa che non è da poco. Quando il giro è finito, Yoko inizia quindi a rispondere alle domanda che gli sono state fatte volgendosi, per primo a Judal. <probabilmente mi sono spiegato male, e quindi cercherò di essere più preciso...> inizia a dire, rimanendo in piedi con il bicchiere tra le mani, ancora intonso, <non ho detto che non ho intenzione di combattere, però fino a che è possibile evitare lo scontro preferisco evitarlo> un attimo di pausa, mentre si guarda attorno e, poi, ulteriore precisazione :<e con 'evitare lo scontro' non intendo fuggire, intendo agire in maniera differente...> breve pausa mentre annusa il profumo della bevanda e riprende <se riuscissimo a trovare questa fonte di energia e ripristinare la barriera o, magari, trovare un modo per rispedire quei demoni da dove sono venuti... beh, sarebbe preferibile.> un'altra breve pausa mentre valuta le reazioni attorno e poi continua <se proprio si dovrà passare alle maniere forti, farò quanto in mio potere per eliminare quante più minacce possibili.>. Detto questo, dato che già altri componenti del gruppo si sono esposti mostrando le proprie capacità, anche Yoko da sfoggio delle sue. Continuando a tenere il bicchiere nella mano sinistra, con la destra - di nuovo -  estrae la rosa dai capelli tenendola tra il pollice e le dita indice e medio. Esclamando :< Frusta di rose! > e cambiando rapidamente impugnatura. Dalla rosa rossa che era prima si allunga per un paio di metri un robusto e flessibilissimo gambo pieno di spine. La rosa stessa diventa più grossa, tanto da essere un'adeguata impugnatura - senza spine - ed i petali fungono quindi da pomello per quest'arma apparsa. Un rapido movimento del polso fa poi schioccare la frusta, senza ovviamente colpire nessuno e, infine, con un gesto elegante, Yoko fa prendere all'arma una forma a spirale appoggiata al suolo, lasciando il proprio braccio a penzoloni in posizione di riposo. 

    Volegendosi infine ad Erin dice <mago penso che sia una parola un po' troppo grossa per definirmi...> e, detto questo, conclude e si siede accanto alla frusta arrotolata.

    [FRUSTA DI ROSE]


    Ultima modifica di PEG il Ven Mag 06, 2016 2:44 am, modificato 1 volta
    avatar
    Jester

    Messaggi : 28
    Data d'iscrizione : 12.04.16

    Character sheet
    Vita:
    18/18  (18/18)
    Mana:
    10/10  (10/10)
    Difesa: 15

    Re: [01/05/2016] Venti di tempesta [QUEST]

    Messaggio Da Jester il Gio Mag 05, 2016 7:25 am

    Ascolta con molta attenzione coloro che mano a mano si presentavano, cercando di imprimere nella mente i loro nomi.
    Alla volta di Shiro, incuriosito, guardò attentamente il pugnale, ma dopo un pò gli venne molto difficile concentrarsi su di lui.
    Invece, la ragazza che poco prima si era seduta, aveva lasciato posto ad un fumo violaceo, teletrasportandosi.
    " Insomma, tutti più o meno siamo abili a fare qualcosa.. " pensò tra se e se, guardando Yoko trasformare la sua rosa in una frusta.
    Si alzò sorridendo, mentre metteva la mano destra sul fodero della katana, poco sotto la guardia.
    < Io mi chiamo Kayen, piacere di fare la vostra conoscenza. > disse, sfoderando leggermente l'arma. Dal fodero, lentamente usciva una tenue nebbia nera che andava a sfumare col grigio.
    Estrasse completamente l'arma, la nebbia in eccesso uscì con essa ma smise totalmente di uscire dal fodero.
    Poggiò il pomolo sul medio ed indice destro e, con una piccola spinta, lanciò l'arma in aria. Aspettò qualche secondo, poi scomparve lasciando al suo posto una lieve nebbia dallo stesso colore di quella che usciva dal fodero.
    Comparve invece con la katana tra le mani, in aria, ed atterrò in piedi. Sorridente, rinfoderò l'arma e tornò a sedersi, tutto questo senza tener conto degli sguardi degli altri,come se non volesse saper molto delle loro opinioni.
    Pensò ancora una volta alle parole di Erin, poi anche lui ebbe da dire una cosa. < Una piccola domanda.. L'Egida e il.. > come lo ha chiamato? < ..Purrscei non saranno abilitati a combattere mentre trasportano la fonte di energia, giusto? Allora non credi che siano pochi un mago ed un arciere a loro difesa? Non che dubito della vostra potenza, solamente che non sappiamo quanti sono, e perdere coloro che trasportano la fonte energetica sarebbe un disastro. > disse, un pò dubbioso della scelta proposta.
    avatar
    Periglia

    Messaggi : 27
    Data d'iscrizione : 10.04.16
    Età : 43

    Character sheet
    Vita:
    14/14  (14/14)
    Mana:
    18/22  (18/22)
    Difesa: 14

    [01/05/2016]

    Messaggio Da Periglia il Gio Mag 05, 2016 4:03 pm

    Ascolta le proposte altrui con le loro presentazioni rimanendo comunque indifferente e, dopo la domanda di Erin, si presenta. <Mi chiamo Periglia e sì, sono una maga, strega, incantatrice o come più desideri. Credo di poter far parte del gruppo di chi genera caos.> Dice rimanendo lì, immobile, senza aggiungere altro. I suoi poteri? Li vedranno in seguito. <Ora che ci siamo presentati, servirebbe concretizzare ciò che stiamo dicendo o è inutile: stabiliamo con precisione dove va chi e cosa deve fare. Dobbiamo essere organizzati non sapendo niente riguardo i nostri nemici.>
    avatar
    Vanillash

    Messaggi : 21
    Data d'iscrizione : 11.04.16
    Età : 20
    Località : Lombardia

    Character sheet
    Vita:
    14/14  (14/14)
    Mana:
    26/28  (26/28)
    Difesa: 12

    Re: [01/05/2016] Venti di tempesta [QUEST]

    Messaggio Da Vanillash il Gio Mag 05, 2016 8:09 pm

    < Impressionante. > E' il primo pensiero che passa per la mente di Judal nel vedere ciò che sono in grado di fare i partecipanti. < Davvero impressionante. > Davvero? Davvero. Sicuro? Sicuro.
    < Direi che come ruali siamo anche abbastanza bilanciati, il che renderà la suddivisione molto più semplice. > Continua a pensare.
    Si avvicina poi al gruppetto seduto attorno ai bicchieri per poi spuntare alle spalle della ragazza.. come si chiamava.. Mmh.. Er..im? Erim? O Erin? Si, forse era Erin.. Comunque! Si sofferma per una decina di secondi a guardare il foglio sul quale poco prima aveva appuntato le informazioni.
    Prima legge il nome, poi lancia un'occhiata al soggetto, giusto per rafforzare i collegamenti.
    < Va bene, ho pensato ad una possibile suddivisione. > E così si chiude la faccenda, o almeno spera.
    Si siede alla destra della giovine ed inizia. < Dunque.. > Dunque.. l'attenzione di Judal venne subito attirata dall'odore del liquore. < Dunque.. > Volta lo sguardo verso l'otre.. < Dunque.. > Mormora oramai con un tono quasi  impercettibile. < Dunque, devo aspettare ancora molto per assaggiare questa bevanda? > Riprende azando la voce. < Se il tipo timido ha il potere di distogliere gli sguardi dalla propria presenza.. beh, penso che questo liquore abbia il potere complementare, almeno per me, sono sempre stato attratto dalle cose dolci, anche se non allo stesso modo per gli alcolici, ma.. mi voglio fidare della gattina. > Le poggia la mano sulla testa per poi strofinarla un po', il tutto condito con un sorriso.

    “In fondo con i bambini capirsi è semplice. Quando ti prendono per mano, hanno già scelto di fidarsi di te.”

    In attesa del servizio Judal continua. < Scusate l'interruzione. Basandomi su ciò che ho visto, e sugli appunti di.. > Erim. Erin. Erim. Erin. < ..Erimn.. > pronuncia il nome rapidamente e con un tono basso. < ..a parer mio sarebbe meglio in primis dividere i due pesi massimi tra i due gruppi, fatto ciò la squadra di recupero cristalli comprenderà: il corazzato o il cinghialotto, il tipo acrobatico con la katana, un esploratore, quindi o ehm.. lei.. > Indica la ragazza al suo fianco < o il ragazzo che adora nascondersi al pubblico, uno di noi maghi, e come quinto membro ,in caso il portatore fosse il suinide, metterei Sasame, in alternativa un altro mago. I restanti ovviamente finiranno nel secondo gruppo. Accetto soltanto proposte per gruppi più versatili, se non avete idee sarebbe abbastanza comodo approvare questa decisione. > Respira profondamente, stava quasi per soffocare. Ha parlato troppo? No, semplice ed efficace. Butta fuori l'aria, e sorride di nuovo.


    Ultima modifica di Vanillash il Dom Mag 08, 2016 2:12 am, modificato 1 volta
    avatar
    James krik

    Messaggi : 35
    Data d'iscrizione : 13.04.16
    Età : 20

    Character sheet
    Vita:
    34/34  (34/34)
    Mana:
    9/13  (9/13)
    Difesa: 15

    Re: [01/05/2016] Venti di tempesta [QUEST]

    Messaggio Da James krik il Gio Mag 05, 2016 8:57 pm

    "Rrrrrr"..."Rrrrrr"... Pürscei sembrava contare con le dita, molto assorto, qualcosa. "Ma quante R ha il mio nome? O meglio, quante me ne mettono?" scosse il capo come se avesse avuto un' illuminazione e si avvicinò di gran fretta ad Erin, dopo essersi messo Sasame sulla spalla. <Ehi ehi ehi! Pürscei! Non Pürrrrrrrrrrrrrrrscei!> sputacchiò un poco pronunciando il suo nome in quel modo, proprio sulla spalla del grosso uomo di ferro. <O-ops, mortificato, viziaccio di famiglia>. Dette una pulitina alla spalla con il gomito.
    Si allontanò di fretta alla sua posizione iniziale, guardando la piccola gattina e sussurrandole <In realtà è solo un mio viziaccio, ma non dirlo in giro> le sorrise per un istante prima di ragionare un attimo sul da farsi.
    Tutti stavano pensando a cosa fare sull'isola e come fronteggiare i demoni, ma c'era un altro problema.
    <Allora, oserei dire che io e il ragazzo della rosa dobbiamo stare in due gruppi diversi, non perché mi sta antipatico, anzi, ma non sapendo nulla di quell'isola, non sappiamo nemmeno che piante e animali ospiti! E nessuno di noi vuole prendersi una nube di polline velenoso addosso, perchè se lo fai ti avveleni, se ti avveleni ti fa male lo stomaco, e se ti fa male lo stomaco vomiti l'anima come nella peggiore delle sbronze e...> si rende conto di essere logorroico alle volte con questi ragionamenti. Poco male. <...e alla fine di tutto muori con gli occhi gonfi! QUINDI! Io me ne intendo, lui pure, evitiamo di star male e siamo tutti più felici!> concluse, guardandosi attorno.
    <Oh certo, Sasame viene con me> aggiunse, serissimo a riguardo.
    Come se si fosse ricordato di qualcosa, intinse il mignolo nell'otre e lo porse a Sasame, inumidito dal liquido. <Così assaggi, senza esagerare! Eheh>.
    Osservò molto attentamente anche chi beveva e sopratutto chi NON beveva il suo Idromele.
    Lo usava per capire chi si fidasse e chi meno, valutava parecchio ogni individuo nella stanza, per quanto il suo buffo comportamento non lo facesse pensare.
    <Come già detto comunque, più che bastonare non faccio, ma posso arrivare da chi ha una delle mie foglie in poco tempo, sempre che io mi trovi in una zona tranquilla...> aggiunse.

    Infine, si voltò quasi ridendo verso Judal <Se vuoi berlo, prendi un bicchiere e bevi!> "Stupido"
    avatar
    117Dios

    Messaggi : 40
    Data d'iscrizione : 11.04.16
    Età : 23

    Character sheet
    Vita:
    36/40  (36/40)
    Mana:
    10/10  (10/10)
    Difesa: 17

    Re: [01/05/2016] Venti di tempesta [QUEST]

    Messaggio Da 117Dios il Ven Mag 06, 2016 12:18 am

    Erin si teletrasportò di fianco a lui.
    <Ok.>
    La guardava in modo fisso.
    <Va bene, tanto ci sono cose più strane.>
    E dire che una tizia del genere girava a caso per Zaun e non aveva suscitato nessun polverone.
    Rimuginava sulla cosa.
    <Quindi... Puoi andare al frigo mentre sei sul divano?> chiese dubbioso.
    Ma la cosa che accadde dopo lo distrasse.
    Quando il porco sputò su Svalinn, il viso di Alexander si fece torvo. Purtroppo, o per fortuna, non poteva notarlo nessuno. Guardò quell'essere strofinare il pezzo bagnato dalla sua saliva e stava facendo di tutto per non allontanarlo in malo modo. Si conteneva a malapena.
    Osservò gli astanti e ascoltò in silenzio, per poi fare un sospiro e alzarsi.
    Mentre si alzava, "per sbaglio" rovesciò un bicchiere ripieno di idromele.
    Girò il volto verso il suino e disse in modo quasi sarcastico:
    <Scusa, mi dispiace.>
    Si abbassò per rimettere il bicchiere in piedi ma lo ruppe tra le proprie dita in tanti piccoli frammenti.
    "Ok, questo non volevo farlo."
    Tornò a guardare il maiale, ancora chino, per poi rialzarsi e tossire leggermente imbarazzato.
    <Ok, goffaggine a parte. Sembrate convinti della cosa, tuttavia ho una seconda versione da proporvi.>
    Si diresse verso il muro su cui aveva graffiato una sorta di disegno della situazione, e, con l'ascia, fece una grossa X sopra il tutto.
    <Assaltare la parte frontale dove il cristallo si deve sostituire è TOTALMENTE ed INESORABILMENTE inutile, se il cristallo da inserire non arriva o ci si ritrova con cose impreviste per strada. La seconda idea è:
    ci dividiamo lo stesso in due gruppi, ma iniziamo dallo stesso posto. Arriviamo tutti alla zona dove si trova la fonte nuova e da lì una squadra recupera il cristallo, mentre l'altra rimane a difesa. Una volta recuperato il cristallo, si prosegue in gruppo verso la struttura centrale.
    In gruppo sarà più difficile farci abbattere, inoltre io e...> guardò il maiale dubbioso <...Grufolo potremmo gestirci il cristallo da trasportare, SE è da trasportare. Nulla esclude un sistema di sostituzione interno.
    Nel caso il sistema di sostituzione sia interno, ci sarà un po' di casino, ma tutti assieme potremmo arrivare alla sala centrale in tempo prima che si disattivi tutto. Inoltre così si annulla il tempo morto che si verrebbe a creare mandando una squadra da ogni lato.>
    Si appoggia al muro di schiena, poggiando il martello in modo simile.
    <Di nuovo, a voi la parola. L'unione fa la forza no?>
    E ritornò in silenzio osservando tutti.
    avatar
    Myridar

    Messaggi : 52
    Data d'iscrizione : 23.03.16
    Età : 27

    Character sheet
    Vita:
    10/10  (10/10)
    Mana:
    20/22  (20/22)
    Difesa: 15

    Re: [01/05/2016] Venti di tempesta [QUEST]

    Messaggio Da Myridar il Ven Mag 06, 2016 8:17 am

    Sasame si guarda attorno ancora capendo poco di quello che gli altri stavano parlando, lasciandosi prendere su da Pürscei senza opporre la minima resistenza, ma inizia a mormorare i nomi uno dopo l'altro < Shinyo, Kanyan, Nyarin, Nyoko, Junyal, Perinya e l'Eginya... che non beve perché non ha una bocca! > esclama ad alta voce l'ultima parte come se fosse una gran scoperta, poco dopo china lo sguardo in una mini crisi esistenziale < Se non ha una bocca come fa a parlare? > è proprio in quel momento che Judal la accarezza, ma lei sembrava molto più presa dalle proprie scoperte.
    Dopo un po' viene riportata alla realtà dal ditone dell'amico cinghiale, impregno di idromele, dopo qualche secondo usato per annusare meglio la bevanda da un paio di leccate alla punta del mignolo con la sua lingua rugosa da gattina. Dopo qualche secondo le guanciotte di Sasame diventano più rosee, oltre che l'alcool, lo zucchero aveva avuto effetto < B-buono, sono grande anche io! > si mette in piedi tutta fiera, ma con le guance palesemente arrossate.

    avatar
    Alereku

    Messaggi : 40
    Data d'iscrizione : 12.04.16

    Character sheet
    Vita:
    10/10  (10/10)
    Mana:
    12/12  (12/12)
    Difesa: 13

    Re: [01/05/2016] Venti di tempesta [QUEST]

    Messaggio Da Alereku il Ven Mag 06, 2016 4:08 pm

    Allibito, ammutolito, sbigottito, sbalordito, stupefatto, strabiliato, incredulo.
    Osserva le varie scene una ad una, imprimendole a fuoco nella sua mente, dal teletrasporto di Erin, alla frusta di Yoko, all’acrobazia di Kayen.
    Wow…” non riusciva a concentrarsi per nulla, strofinandosi gli occhi convinto che stesse sognando e che in realtà fosse svenuto sulla spiaggia in tempesta.
    Ma non solo lui reagisce a quello spettacolo magico, la sua mano destra stava pulsando, e il marchio si stava accendendo.
    Prima, con la rosa, era diventato verde, poi, con il teletrasporto, viola, e infine si era spento pochissimi istanti con la traslazione di Kayen, non essendoci luci che rispecchino l’oscurità.
    Se ne accorge un po’ dopo, non appena poggio una mano sulla spalla di Kayen per scherzare <Se lo sapevo! Potevi darmi una mano a cacc-> non l’aveva mai visto spento, o meglio, completamente nero, normalmente era caratterizzato da due poli, uno rosso e uno blu. E si spaventò quando si riaccese, riprendendo i normali colori.

    Ma, nascondendolo nella mano libera, cercò di non farci caso, riuscendo per fortuna a cogliere il discorso dell’Egida.
    Alza lentamente la mano, fermandola a mezz’aria e ritirandola in fretta. Di rifare un discorso tagliato come quello di prima proprio non aveva voglia, molto più facile parlare a tu per tu.
    Sperando che il minor numero di persone lo notassero, cosa praticamente impossibile visto che probabilmente quasi tutti avevano seguito e stavano seguendo il discorso di Alexander, ci si avvicina.
    Rimane un attimo a bocca aperta strabuzzando gli occhi facendo persino un passo indietro. Solo ora notava quanto imponente poteva essere quel colosso alto più di due metri. Abbassa lo sguardo intimidito solo dalla stazza e si schiarisce nuovamente la gola, parlando a voce abbastanza bassa, in modo che potesse ascoltare solo l’armatura. <…mh… volevo dire, ho già incontrato un demone, e, ehm, è intelligente, o meglio, senziente. E parla anche. Comunque, se anche i demoni su quell’isola sono intelligenti, potrebbe esserci la possibilità che capiscano i nostri piani, che sappiano che stiamo arrivando, che abbiano preparato un piano, che… beh… se sanno del cristallo? Se hanno organizzato delle squadre più forti in quei punti? Prima pensavo che due gruppi fossero buoni, ma ora che ci penso meglio… cioè… potrebbe essere pericoloso, questa tattica sembra più adatta a dei combattimenti sparsi.> alla fine del discorso dove saggiava il peso di ogni parola che usava, attese una risposta, per poi tornare al gruppo riunito intorno a Purscei.

    Afferrò un bicchiere e andò a sedersi, buttando giù il liquido a piccoli sorsi, cercando di spiare Erin con discrezione.
    Io e lei esploratori…” un altro sorriso.
    avatar
    Sahira

    Messaggi : 51
    Data d'iscrizione : 03.04.16
    Età : 24

    Character sheet
    Vita:
    10/10  (10/10)
    Mana:
    18/22  (18/22)
    Difesa: 12

    Re: [01/05/2016] Venti di tempesta [QUEST]

    Messaggio Da Sahira il Ven Mag 06, 2016 4:24 pm

     Appunta il resto, rimanendo meravigliata di ciò che sanno fare gli altri e sentendosi quindi decisamente meno strana.
    Alexander sembra prendere la storia del teletrasporto in modo strano.
    <Certo! Beh posso anche aprire il frigo a distanza e farmi portare le cose da Rob->
    Viene interrotta, oramai troppo tardi, da Purscei che era accorso da lei in salvezza del suo nome.
    In ogni caso Sparrow stava già iniziando a mandare impulsi nervosi e veloci come a dirle di mordersi quella lingua lunga che ha.
    Fatto sta che viene colta alla sprovvista e sobbalza, come tante volte in quella giornata. <Oh... scusi> “O scusa?”. Insomma, come doveva trattarlo? In effetti fino a quel momento non si è posta il problema visto i suoi modi, come dire... casarecci?
    Erin indica con un ditino Sasame, sorridendole. <È che la piccolina aveva pronunciato il nome così e non sapevo, mh> Riprende il foglio e sistema il nome cancellando le infinite r. <Ecco, Pürscei, ora è giusto>
    La scenetta tra Alexander e il cinghiale la preoccupa un po' però. Insomma, Erin riesce a mettersi nei panni dell'Egida e... no probabilmente non lo ha versato e rotto per sbaglio quel bicchiere.
    “Che spreco però...”
    Certo, non una mossa furba probabilmente. Comunque sia, ascolta il resto della nuova teoria.
    Sventola il foglio sopra la sua testa con fare disperato quando vede che il ragazzo è tornato a prendere appunti sul muro.
    Quella meraviglia di nave. Rovinata.
    <...ci sono i... fogli...> Commenta a voce bassa prima di scuotere la testa e tornare a guardare quel che ha scritto, chiudendocisi un po'.
    Indica a Judal, seduto accanto a lei, uno dei bicchieri rimasti intatti. Lo fa in modo assorto, lo aveva sentito parlare poco prima ma era stata distratta dal resto. <È buono, io ne acchiapperei uno prima che finiscano...> O vadano rotti.
    <Mmh...> Inclina la testa di lato, sembra studiare il foglio con attenzione.
    <Sì, sì sì. Forse sia l'idea di...> Com'era? <...Judal che dell'Egida vanno bene, io preferirei andare nella squadra di recupero come ho già detto. Ma la cosa è situazionale, insomma, non ne sappiamo niente> Picchietta il foglio con la matita. <Possiamo partire tutti insieme e vedere come si mettono le cose, più o meno un'idea dei gruppi adesso l'abbiamo, come un po' delle nostre capacità>
    Alza lo sguardo guardando tutti e cercando di capire se almeno qualcuno stesse ad ascoltare.
    <Voto per il testare il terreno. E poi muovendoci in un gruppo più massiccio saremmo più veloci! Credo...?>
    Quanto vorrebbe chiedere il parere di Wyatt. Magari lui ha qualche idea migliore.
    <Beh, ditemi voi, io intanto segno anche i pareri... come se stessimo facendo una votazione>
    Ed in effetti gira il foglio e inizia a trascrivere nuovamente i nomi l'uno sotto l'altro con appunti passati e futuri. Tra un discorso e l'altro, comunque, si alza e leva il mantello per poi teletrasportarsi dall'altro lato dove aveva lasciato lo zaino, riporlo lì dentro, recuperarlo e tornare sempre magicamente. Tanto ormai glielo avevano visto fare, finalmente può essere se stessa.
    Senza mantello il trench blu scuro è in bella mostra, così come “La Gabbia” dietro la schiena: tra le varie forme che ricordano vagamente ingranaggi, piume e ali, ai lati spiccano le teste di un pettirosso e un passero. 
    “Gabbia” che comunque è un po' coperta dalla lunga treccia di capelli color platino che arriva a metà schiena.
    Sul davanti comunque i colori predominanti sono il rosso, il blu e il grigio dei pantaloni insieme al nero degli stivali. Ricorda vagamente un pettirosso?

    Ospite
    Ospite

    Re: [01/05/2016] Venti di tempesta [QUEST]

    Messaggio Da Ospite il Sab Mag 07, 2016 2:17 am

    Ancora seduto a terra con la frusta di rose tenuta nella mano destra - arrotolata a terra come un serpente dormiente – ed il bicchiere ancora pieno nella mano sinistra, ascolta i vari pareri, proposte e progetti fatti da quelli che sono i suoi compagni d'avventura guardando gli spostamenti ed i volti di chi parla, di volta in volta, e dando una rapida occhiata alle reazioni degli altri presenti. Quando di nuovo hanno parlato tutti, Yoko prende ancora la parola e dice, con voce pacata :< anche io sono del parere che è meglio iniziare a muoverci uniti fino al posto dove presumibilmente c'è questa fonte di energia> inizia a dire, facendo qualche secondo di pausa per controllare le eventuali reazioni <essendo che non conosciamo assolutamente il posto, la prima cosa che dovremmo fare prima di avanzare altre ipotesi è quella di farci dare informazioni più dettagliate, come ha già suggerito il nostro corazzato: siamo in un bosco? Siamo in mezzo a montagne spoglie e rocciose? Ci sono corsi d'acqua? Senza queste informazioni stiamo parlando di nulla.> dice, sempre con tono pacato e cadenza tranquilla, come se non avvertisse alcun senso di allerta, come se stesse scegliendo quale cestino usare per andare a funghi. <nel gruppo, correggetemi se sbaglio, abbiamo due membri in grado di teletrasportarsi – Erin e Kayen, se non erro - ed uno che vola – Judal - che potrebbero quindi agire sopra gli alberi senza essere visti da terra; un membro che è in grado di non farsi notare anche se in bella vista – Shiro? - ed un membro che sa parlare con gli animali – Sasame -.> breve pausa guardando, ad uno a uno le persone con i poteri citati dei quali ripete i nomi per memorizzarli <se sapessi parlare con gli animali, io chiederei per primi a loro dove sono le minacce.> altra breve pausa mentre, finalmente, porta il bicchiere alle labbra, umettandole appena ma ancora non bevendo e quindi conclude <Chi non si arrampica, non vola e non si teletrasporta se la fa a piedi, controllando ciò che dall'alto non si vede... sempre che ci sia un 'alto' e che non siamo in mezzo al nulla>. Detto questo, fa il primo sorso di idromele senza però esprimere commenti.
    avatar
    Jester

    Messaggi : 28
    Data d'iscrizione : 12.04.16

    Character sheet
    Vita:
    18/18  (18/18)
    Mana:
    10/10  (10/10)
    Difesa: 15

    Re: [01/05/2016] Venti di tempesta [QUEST]

    Messaggio Da Jester il Sab Mag 07, 2016 4:47 pm

    Quando Shiro gli appoggiò la mano sulla spalla, si girò guardandolo. Perchè non aveva completato? < Che succede? Qualcosa non va? > domandò, ma non ci pensò più e tornò a guardare i presenti, interessato dalla discussione.
    Ascoltò attentamente il discorso dell'Egida, e rimase zitto notando che Shiro si era alzato. Aveva ragione, i demoni non sono di certo esseri non intelligenti, o almeno non tutti.
    Sorrise, l'idea dell'andare tutti insieme verso la fonte energetica non era una brutta idea, però avrebbero perso più tempo..Ma in fondo di tempo ne avevano a volontà.
    Buttò giù l'ultimo sorso di quello strano liquore e posò il bicchiere, sospirando silenziosamente. < Sarà meglio muoverci in gruppo verso la fonte energetica, ma ciò non significa che dovremo abbassare la guardia. > si fermò un secondo, pensando che aveva appena detto una cosa ovvia. < Anzi, dovremo essere molto più attenti ad imboscate che potrebbero prenderci impreparati. In ogni caso, il muoversi tra gli alberi creerebbe un minimo di rumore che ad orecchie attente potrebbe significare solamente una cosa, quindi non è la miglior idea farlo. > finì di dire, senza aggiungere altro, anche perchè non se ne intende molto di tattiche, ma di certo creare rumore per farsi notare non è la migliore delle idee.
    avatar
    Periglia

    Messaggi : 27
    Data d'iscrizione : 10.04.16
    Età : 43

    Character sheet
    Vita:
    14/14  (14/14)
    Mana:
    18/22  (18/22)
    Difesa: 14

    [01/05/2016]

    Messaggio Da Periglia il Sab Mag 07, 2016 6:01 pm

    Ascolta le varie proposte, ma quella di Judal sembra la migliore, intanto parla all'uomo corazzato. <Sì, andiamo tutti insieme vicini vicini così coglieranno 9 piccioni con una fava.> O quanti ne sono, non ha voglia di contare. <Se andassimo insieme e i demoni avessero creato una trappola, cadremmo tutti, visto che per quanto sappiamo noi potrebbero essere pure trecento.> Si massaggia la fronte. <Molto meglio dividerci in gruppi, il mio consiglio è: il suinide, l'uomo corazzato è uno, i due esploratori un altro e infine tutti gli altri. Il primo gruppo dovrebbe andare a recuperare la fonte, il terzo dovrebbe andare a fare spazio dove va posta la fonte facendo un bel massacro, infine il secondo gruppo dovrebbe aiutare il primo nell'andata e poi fare da tramite tra i due aiutando in caso di necessità.> Termina così la sua opzione che, a suo avviso, è la migliore che sia venuta fin'ora. <Così, se anche ci fosse una trappola dove sta la fonte, gli esploratori potrebbero andare ad avvertire l'altro gruppo e poi si vedrà.> La voce è sempre fredda e rimane lì, ferma.
    avatar
    James krik

    Messaggi : 35
    Data d'iscrizione : 13.04.16
    Età : 20

    Character sheet
    Vita:
    34/34  (34/34)
    Mana:
    9/13  (9/13)
    Difesa: 15

    Re: [01/05/2016] Venti di tempesta [QUEST]

    Messaggio Da James krik il Sab Mag 07, 2016 9:17 pm

    Salivazione in aumento. Niente di buono da mangiare in vista. Brutto segno.
    Pelo che va via via diventando di un colore molto scuro, un marrone che quasi assomiglia al nero (Sasame, trovandosi sopra la sua spalla, potrà sentire che si fece persino più ispido). Brutto segno.
    Foglie del randello essiccate e cadute a terra. Brutto segno.
    Se una cosa che il demone non poteva tollerare, era lo spreco di cibo
    Odiava quando qualcuno si rifiutava di mangiare qualcosa, la spartizione degli alimenti in quel mondo era estremamente squilibrata e questo lo aveva infastidito sin da subito.
    Ma non era certo quello il motivo del suo evidente cambiamento fisico.
    Il SUO Idromele, offerto gentilmente come sua era sua abitudine fare, era stato rovesciato a terra, sprecato, buttato. Era come insultarlo direttamente.
    Aveva capito benissimo che non era stata un incidente.
    "Calma"
    Fissava in modo torvo il grosso uomo di ferro, seccato dalla sua azione. Decisamente seccato, normalmente avrebbe già piantato una randellata dritta sul volto di quel tizio ma la situazione, unita al fatto che in parte un piccolo errore era stato fatto anche da parte su, lo trattenne dal farlo.
    Si avvicinò a lui però, scrutandolo con attenzione, mentre lo annusava con le grosse narici.
    Passò qualche secondo così prima di andarsene e sussurrare a mezza voce, forse solo Sasame l'avrebbe sentito <Puzza di irrispettoso bastardo morto> si leccò le labbra un paio di volte e si sedette violentemente a terra.
    <Per me...> la sua voce si era fatta più grave e aggressiva, per qualche ragione <...Basta che ci muoviamo, non mi importa come, basta farlo, una volta lì vederemo il da farsi. Potrebbe anche essere che l'isola sia completamente ricoperta da fango, pantano e paludi, avremmo problemi logistici non indifferenti, fate come volete, ma meglio vedere prima come cazzo è fatto questo posto, visto che QUALCUNO non si è degnato di dircelo.>
    Grufolò un ultima volta prima di guardare negli occhi Sasame. Istintivamente gli venne da sorridere. Con quelle guanciotte rosse sembrava ancora più innocente. <Tu stai assieme a Pürscei, vero?> le chiese, a bassa voce.
    Dovette distrarsi un attimo però, sentendo quello che disse la donna dai capelli rossi, scoppiò a ridere per qualche minuto buono.
    <Certo, un bel massacro...> "Mi chiedo se la carne di chi è sicuro di sè abbia un gusto diverso"
    I suoi pensieri gastronomici vennero interrotti da Erin. O meglio, da quello che aveva dietro la schiena. <Mh?> osservò con curiosità quel bizzarro... Zaino? Erano degli uccelli quelli? Cos'erano? Il suo sguardo si fissò su quello, sarà che avendo vissuto quasi sempre nelle foreste e ben lontano dalle città sapeva poco niente di tutte quelle cose tecnologiche...
    avatar
    117Dios

    Messaggi : 40
    Data d'iscrizione : 11.04.16
    Età : 23

    Character sheet
    Vita:
    36/40  (36/40)
    Mana:
    10/10  (10/10)
    Difesa: 17

    Re: [01/05/2016] Venti di tempesta [QUEST]

    Messaggio Da 117Dios il Dom Mag 08, 2016 12:14 am

    La domanda di Shiro lo attira
    <Prima di tutto... chi era questo demone? Poi, se sanno del nostro arrivo significa che QUALCUNO li ha avvertiti. Rimaniamo in buona fede ed eliminiamo questa possibilità, altrimenti non ce ne usciamo più.>
    Ascolta, poi, confuso ciò che si sente attraverso l'elmo.
    <Quindi mi stai dicendo che io e Mister Grufolo dovremmo andare assieme, voi stecchini andate da soli al macello mentre altri due si fanno una maratona safari? Mh...> disse con molto sarcasmo alla rossa. Guardava stranito lo scettro. Era strano e sembrava molto fragile, magari solo un'impressione.
    Riprese il discorso originale.
    <Bene. L'idea del chiedere agli animali è sensata, si deve fare subito però, appena arrivati. L'idea dei tre che funzionano da esploratori è buona, ma sarebbe bene che prima ci accompagnassero dentro, altrimenti rischiano di rimanerci secchi senza nessuno che li senta.>
    Si mette il martello dietro la schiena.
    <Quindi direi che per lo più siamo d'accordo. Iniziamo assieme al cristallo da recuperare e poi si avanza verso la stazione energetica.>
    Si stiracchia leggermente, facendo fare lo stesso alla tuta, per poi girarsi verso il maiale. Sembra leggermente innervosito, chissà perché. Si rivolge poi a nessuno in particolare.
    <Sapete, ho un po' di fame, non mi dispiacerebbe proprio un po' di maiale arrosto.>
    Lo aveva detto con sfida. Probabilmente stare in gruppo con lui non avrebbe portato a nulla di buono. Una rissa vecchio stile, però, non gli sarebbe dispiaciuta.
    avatar
    Vanillash

    Messaggi : 21
    Data d'iscrizione : 11.04.16
    Età : 20
    Località : Lombardia

    Character sheet
    Vita:
    14/14  (14/14)
    Mana:
    26/28  (26/28)
    Difesa: 12

    Re: [01/05/2016] Venti di tempesta [QUEST]

    Messaggio Da Vanillash il Dom Mag 08, 2016 2:11 am

    Ricapitolando.. Un bicchiere rotto, del liquore a terra, una proposta suicida e granulo di sabbia sulla duna: una probabile rissa. Bello, davvero molto bello.
    Judal prende il bicchiere indicato dalla ragazza contenente l'idromele e lo avvicina a sé, da' un'ultima annusata al liquido ocra, per poi berne una parte. Da leccarsi i baffi, anche se il giovane mago non ha i baffi. Forse dovrebbe farseli crescere, anzi sicuramente dovrebbe per poi leccarseli dopo aver riassaggiato questa bevanda. Un giorno avrà dei baffi, dei grandi e folti baffi.
    Smuove un poco il bicchiere creando un movimento circolare all'interno di esso e nel frattempo guarda il liquore muoversi.
    Appoggia il bicchiere sul pavimento ed inizia. < Buono, buonissimo, squisito. Ripeto: non sono un amante degli alcolici, ma se molti valessero anche solo la metà di questo, potrei anche cambiare idea. Se questo prodotto fosse di mia creazione ne andrei molto fiero, potrei addirittura definirlo il mio orgoglio. >
    Abbassa lo sguardo, non molto, ma giusto quello che basta per nascondere il viso. < E di certo non permetterei a nessuno di sminuirlo, calpestarlo.. sprecarlo. >
    Un leggero sorriso si accende sul viso di Judal. < Conoscendomi non riuscirei a trattenermi, ma questo vale per tutto ciò che ho creato, non per forza cibarie, ma anche oggetti che possiedono molti ricordi positivi e negativi che siano, che mi hanno accompagnato in molte avventure indimenticabili. Di certo non la farei passare liscia a chi oserebbe profanare qualcosa a cui tengo molto, figuriamoci se qualcuno ci sputasse sopra.
    Vi invidio molto, avete una pazienza davvero ammirevole. > Attimi di silenzio, poi riprende alzando la testa e mostrando un bel sorriso. < Bene, ed ora come dei bravi compagni dimentichiamoci tutto e torniamo alla suddivisione in gruppi! Ah, comunque nulla vieta che ci siano dei demoni volanti e l'idea di trovarmi faccia a faccia con uno o alla peggio un gruppo di loro non è che mi entusiasmi più di tanto. > Judal prende il bicchiere ed inizia a sorseggiare tranquillamente ciò che rimane del liquore.
    avatar
    Sahira

    Messaggi : 51
    Data d'iscrizione : 03.04.16
    Età : 24

    Character sheet
    Vita:
    10/10  (10/10)
    Mana:
    18/22  (18/22)
    Difesa: 12

    Re: [01/05/2016] Venti di tempesta [QUEST]

    Messaggio Da Sahira il Dom Mag 08, 2016 2:37 am

    Tornata a sedersi a terra a gambe incrociate, appunta ciò che sente così da tenere le varie proposte sempre a portata di mano, non sia mai che possano servire più avanti. In realtà lo fa anche per tenersi occupata e per studiare un po' la situazione.
    A metà e fine discorso di Yoko però Sparrow, sentendo una parola specifica, reagisce. Le inizia a mandare altri impulsi come se le stesse dando delle gomitate insistenti.
    <Mmh...> È la sua risposta bassa e scocciata, accompagnata da un altrettanto basso colpo di tosse. Continua a scrivere facendo finta di niente, Yoko aveva contribuito tantissimo con le sue idee e non poteva perdere del tempo dietro Sparrow che sa quanto odi quella discussione privata a cui si sta riferendo.
    Il mago della natura tra l'altro aveva rafforzato la sua teoria del “non ne sappiamo niente”.
    Appunto, a parte qualche idea da utilizzare in futuro non ne caveranno un ragno dal buco.

    Alle parole di Periglia quasi buca il foglio.
    Fa una faccia strana e confusa, faccia che rivolge pure a Shiro dopo averlo cercato e individuato. Non ha mica capito la loro utilità al gruppo di recupero, a parte il farsi maciullare rimanendo indietro e da soli con tutto il resto del gruppo da un'altra parte.
    <L'Egida e Purscei da soli? Io e Shiro da soli? Il resto tutti sopra?> È ancora più confusa mentre borbotta a bassa voce ciò. Scuote la testa e torna a scrivere comunque quella cosa per correttezza.
    Che poi, a parte il suicidio della cosa...
    Il rapporto tra Alexander e Purscei non sembra continuare ad andare nel migliore dei modi, vederli nello stesso gruppo e da soli avrebbe significato, a parer suo, assistere ad un incontro di lotta fra i due colossi.
    Cercando Shiro aveva beccato il cinghiale e... beh non sembrava particolarmente felice, anzi.
    Erin non sa spiegarsi propriamente cosa gli stia succedendo, ma il fatto che le foglie del randello siano secche e a terra, che il pelo sia scurito e che avesse iniziato ad essere decisamente meno cordiale, beh... non è qualcosa che la fa stare particolarmente tranquilla.
    Decide di non pensarci per il momento, tornando al foglio e chiudendocisi nuovamente.

    O almeno ci avrebbe provato se non avesse sentito la battuta finale di Alexander che le fa alzare meccanicamente la testa per fissarlo mezza sbalordita.
    “Cosa, ma davvero?”
    Poi, Judal che infierisce.
    Le venne l'istinto di fare da paciere fra i due, urlando male contro Alex e perché no, pure al mago accanto a lei. Che litigassero a fine missione, che diamine. Il comportamento dell'Egida agli occhi di Erin è semplicemente infantile.
    Ma si trattiene. Il nonno le aveva inculcato in testa di farsi i fattacci suoi dopotutto. Si sarebbe cacciata nei guai mettendosi in mezzo, e lei non vuole di certo prendersi una randellata o una martellata gratuita in faccia.

    Ma poi... basta, sbuffa.
    Erin decide di farla finita.
    Nervosa, ripone il quaderno nella borsa e il foglio con gli appunti in una tasca del vestito prima di alzarsi con impeto, spostarsi a passo deciso verso Shiro e Kayen che evidentemente sarebbero stati i suoi compagni di esplorazione e inizia a guardare il soffitto come alla ricerca di qualcosa.
    <Ryu!> Chiama non appena arriva dai due, le mani sui fianchi e lo sguardo che ancora vaga per l'atrio.
    <Ryu, ho qualche altra domanda. Puoi tornare? Per favore> Poi alterna lo sguardo tra Shiro e Kayen, pregando che almeno loro fossero intelligenti.
    Incrocia le braccia.
    “Uomini.”
    <Allettante la rissa no?> Domanda a bassa voce perché la sentano solo loro due.
    avatar
    Alereku

    Messaggi : 40
    Data d'iscrizione : 12.04.16

    Character sheet
    Vita:
    10/10  (10/10)
    Mana:
    12/12  (12/12)
    Difesa: 13

    Re: [01/05/2016] Venti di tempesta [QUEST]

    Messaggio Da Alereku il Dom Mag 08, 2016 3:57 am

    Stava anche per rispondere, stava per farlo, “Purscei” stava per dire. Se non fosse che alla sua sinistra, proprio alle sue spalle, c’era proprio il demone in questione con uno sguardo da far gelare il sangue nelle vene, e non solo lo sguardo. Era cambiato, sembrava meno cordiale, a marcare la cosa era il pelo inscurito e il possente randello sempreverde perdere delle foglie.
    Non ha nemmeno avuto il coraggio di dire una sillaba, semplicemente se ne torna a sedere, sollevato di essere fuori dall’ipotetica zona pericolo.

    Teneva lo sguardo basso, sul marchio. A volte, quando si illuminava, gli provocava un fastidioso prurito, cosa che stava facendo anche ora, visto il colore viola che prende posto di quelli originali.
    Viola come il fumo e i simboli lasciati dalla magia di Erin. Per quello solleva il volto, assistendo solo al ritorno della ragazza che si era tolta il mantello. Il cuore si acquieta momentaneamente quando, senza tale protezione, si poteva vedere il fisico della ragazza, facendolo sorridere inconsciamente. La cosa che subito cattura il suo sguardo sono i capelli, o meglio, la coda intrecciata che le correva lungo la schiena, ma poi rimane incuriosito da quella specie di… cassa metallica che si portava dietro. Non capiva molto di che si trattasse, ma ne era estremamente incuriosito.

    Talmente assorto da quella visione che nemmeno si accorge della simpatica frecciatina dell’Egida, o del piacevole discorso del mago volante. L’unica cosa che lo fa smuovere è appunto Erin che lo guarda in faccia con un aria confusa mentre borbotta qualcosa. Confuso anche lui, inizia a guardarsi attorno, quasi che si fosse dimenticato lo sguardo torvo che Purscei aveva lanciato all’Egida pochi istanti prima.

    Sembrava proprio che fossero sul punto di combattere, e lui, più preoccupato che potessero coinvolgere qualcun altro nel combattimento, fa per alzarsi per provare a calmare il cinghiale, provare a distrarlo almeno.
    Ma si blocca prima di fare qualche passo, sentendo qualcuno avvicinarsi si volta, arrossendo e sgranando gli occhi quando vede proprio Erin avvicinarsi. Il volto, preoccupato per l’imminente scontro, si rilassa e torna a sorridere per la sola vicinanza, facendo accelerare il cuore.

    Incrocia le mani dietro la schiena attendendo che Ryu tornasse per rispondere ad Erin, e alla domanda torna serio, guardando a terra e sospirando <N-non ha senso… provo un po’ di vergogna per i due…> non continua, non sarebbe stato opportuno, anche perché se lo avessero sentito chissà come avrebbero potuto reagire.
    avatar
    Myridar

    Messaggi : 52
    Data d'iscrizione : 23.03.16
    Età : 27

    Character sheet
    Vita:
    10/10  (10/10)
    Mana:
    20/22  (20/22)
    Difesa: 15

    Re: [01/05/2016] Venti di tempesta [QUEST]

    Messaggio Da Myridar il Dom Mag 08, 2016 8:57 am

    Sasame continuava a essere in piedi con le guanciotte arrossate dal poco di idromele che aveva bevuto, ma visto l'inaspettato cambiamento di Pürscei è costretta ad aggrapparsi con le manine al pelo che diventava più scuro ed ispido, gli occhi gialli si puntano sulla faccia del demone, stava per aprire la bocca per dire qualcosa quando questi si muove velocemente verso l'Armatura che era poco più in là annusandolo tutto attorno per poi andarsene mormorando una frase non troppo simatica, proprio in quel momento Sasame scala velocemente il resto del corpo del Pürscei arrivando a sedersi sopra al suo muso prolungato abbracciandolo poco sopra gli occhi, coprendegli però la maggior parte del campo visivo < Non fare così! Sasame è qui con te, anche a me capita che il pelo si rizzi un po', ma tra amici ci si aiuta! > Sasame aveva valutato quel cambiamento come il suo quando era stressata e il pelo si rizzava in risposta, probabilmente non capiva il vero motivo di tutto quel cambiamento.
    Le parole degli altri sembravano non toccarla molto, perchè soprattutto non le capiva molto, fino a quanto non ode le ultime parole dell'Egida, velocemente prova a coprire le orecchie del Pürscei, ma ovviamente dato che aveva sentito lei anche lui probabilmente aveva sentito tali parole, veloce gira la testa verso l'Armatura facendo una grossa linguaccia, era probabilmente la prima volta che Sasame manifestava un segno di antipatia verso qualcuno, subito dopo aggiunge delle parole < Tu non hai fame, non hai una bocca per mangiare o bere! > seguito dallo soffiare tipico dei gatti, subito dopo cerca di prendere l'attenzione del Pürscei parlandogli piano, tenendolo ancora abbracciato < Non preoccuparti di lui, non vuole essere nostro amico, ma almeno io e te lo siamo no? >

    avatar
    Jester

    Messaggi : 28
    Data d'iscrizione : 12.04.16

    Character sheet
    Vita:
    18/18  (18/18)
    Mana:
    10/10  (10/10)
    Difesa: 15

    Re: [01/05/2016] Venti di tempesta [QUEST]

    Messaggio Da Jester il Dom Mag 08, 2016 12:08 pm

    Guardò il così nominato Purscei, per vedere come avrebbe risposto alle frecciatine che arrivavano dall'Egida. Notò molto facilmente il cambiamento, ma ciò che più lo ha colpito è stato il suo diverso modo di parlare, molto meno cordiale rispetto a prima.
    Ascoltò attentamente anche le parole del ragazzo volante e rimase un attimo dubbioso di lui. Voleva per caso metterli contro? Non ci pensò oltre, scosse la testa e rimase a guardare come si sarebbe prolungata la vicenda, poggiando il gomito destro sulla gamba dello stesso lato e mettendo la testa sopra il pugno.
    Non aveva per niente l'idea di mettersi in mezzo e magari ricevere qualche colpo, quindi non fece altro che rimanere di lato a guardare.
    Notò Erin avvicinarsi, e guardò Shiro invece alzarsi. Non ci pensò due volte, si alzò anche lui per rispetto, anche perchè fin'ora nessuno era venuto a parlargli. Si mise una mano tra i capelli per abitudine, scompigliandoseli un pò. < Non è proprio ciò di cui abbiamo bisogno prima di cooperare per salvare il posto in cui viviamo.. > disse a bassa voce per non farsi sentire dai due colossi, ma non continuò, rimanendo zitto. Era solito suo parlare molto, ma quando ce ne era bisogno stava zitto, comprendendo che forse farsi i fatti propri era la migliore delle idee.
    Guardò Sasame, notando come cercava di non farla finire in rissa e fece una faccia piuttosto preoccupata, pensando a quanto un essere così fosse fragile.
    Posò lo sguardo su Erin, notando solo adesso la strana gabbia metallica che portava dietro la schiena. La curiosità era molta, ma non gli domandò cosa fosse, o almeno non glielo avrebbe domandato in quel momento in cui la tensione tra i due giganti si poteva facilmente notare.

    Ospite
    Ospite

    Re: [01/05/2016] Venti di tempesta [QUEST]

    Messaggio Da Ospite il Dom Mag 08, 2016 12:18 pm

    continua a sorseggiare l'idromele e, mentre lo faceva, non poteva non notare la reazione di Purscei dopo aver visto la bevanda rovesciata ed il bicchiere rotto dall'Egida. Finito il proprio Idromele, Yoko si solleva in piedi e si dirige verso la porta che conduce alla cambusa e, quindi, dopo aver riportato la frusta di rose alla sua forma originale, Kurama dice a voce alta <una cosa su cui siamo tutti d'accordo è che non sappiamo dove dovremo muoverci e contro quale nemico.> guarda gli altri per un secondo e, quindi aggiunge <Ryu!> dice a voce alta, aspettandosi forse che il comandante di quella spedizione possa sentirli <qui ci servono altre informazioni che non ti sei degnata di darci!... senza di quelle la missione è impossibile da programmare!> continua a dire a voce alta, cercando di raggiungerla ovunque sia. Il tono è sempre pacato nonostante il volume della voce. Si guarda di nuovo attorno e, poi, guarda ancora i suoi compagni di viaggio <e noi cerchiamo di non farci prendere da inutili conflitti interni> conclude.
    avatar
    Periglia

    Messaggi : 27
    Data d'iscrizione : 10.04.16
    Età : 43

    Character sheet
    Vita:
    14/14  (14/14)
    Mana:
    18/22  (18/22)
    Difesa: 14

    [01/05/2016] Venti di tempesta [QUEST]

    Messaggio Da Periglia il Dom Mag 08, 2016 7:03 pm

    La sua proposta è stata rifiutata e criticata. <Bene allora fate voi i gruppi in modo chiaro e concreto e alla fine di tutto ditemi dove devo andare e cosa devo fare.> La voce è fredda ma più acida. La tensione tra i due che dovrebbero portare il cristallo è palesemente aumentata. Dovrebbe intervenire? Ma certo che no, lei si fa i fatti suoi. La sua attenzione si sposta a Erin e gli altri che invocano Ryu per chiedere qualcosa. Non mette voce in capitolo ma semplicemente si siede a terra a gambe incrociate aspettando che si decidano i gruppi.
    avatar
    James krik

    Messaggi : 35
    Data d'iscrizione : 13.04.16
    Età : 20

    Character sheet
    Vita:
    34/34  (34/34)
    Mana:
    9/13  (9/13)
    Difesa: 15

    Re: [01/05/2016] Venti di tempesta [QUEST]

    Messaggio Da James krik il Dom Mag 08, 2016 8:30 pm

    Ok, ora stava per perdere le staffe sul serio.
    La provocazione dell' Egida, unita al discorso di Judal, cominciavano a giocare brutti scherzi sulla capacità di ragionare del demone.
    Se già quello stupido uomo di ferro lo aveva provocato sprecando il suo prezioso idromele, ora si metteva persino a insinuare l'idea di mangiarlo.
    Certo, Pürscei aveva già divorato qualche umano, ma dopo tutto se l'erano cercata.
    A prescindere da tutto, il pelo del Suinide divenne completamente nero, e dal randello cominciarono a spuntare tre grosse spine violacee. Man mano che affioravano dal legno dell'arma, si poterono udire dei lamenti, due maschili, uno femminile, provenire direttamente dal legno del randello.
    Erano lamenti cariche di sofferenza, piuttosto fastidiosi, non tanto per il volume, ma per il fatto che fossero strazianti, benché brevi, come se chi li stesse emettendo stesse patendo le pene dell'inferno.
    I muscoli del demone si fecero ipertrofici, mentre le zanne della mascella inferiore aumentarono di dimensioni.
    Inoltre, cominciò a sbavare leggermente.
    Schiantò il randello a terra senza mirare a nessuno in particolare, con il solo risultato di far sussultare i bicchieri e crepare leggermente parte del pavimento. La forza di Pürscei era decisamente molto più di quanto ci si potesse aspettare.
    <PÜRSCEI SCOMMETTE CHE TUE BUDELLA SANNO DI BUONO>
    Tutta la dialettica posseduta precedentemente dal Suinide era andata a quel paese, lasciando spazio a una voce pesante, grave, estremamente aggressiva e a un vocabolario limitato e non del tutto elegante.
    <Uomo di ferro fa schifo a Pürscei, buono solo se marcio e infestato da vermi, sapore migliore! AHAH!>
    Fortunatamente, Sasame aveva capito a pieno (forse non volontariamente ma poco male) come trattare con lui.
    Scosse la testa leggermente trovandosela davanti ma la lasciò fare, apprezzando molto il suo gesto.
    <Certo! Pürscei grosso amico di Sasame! Pürscei tiene Sasame vicino e protegge! Eheh...>
    Sussurrò appena queste parole, proprio perché voleva che fosse solo lei a sentirle.
    Tornò poi a fissare furente l'Egida.
    <RINGRAZIA TE SASAME, ALTRIMENTI TUE BUDELLA ERANO GIA' IN MIA PANCIA!>
    Dopo il suo sfogo, andò a sedersi a zampe incrociate a ridosso della parete, prendendo delicatamente la gattina tra le mani a accarezzandole i capelli. Aveva evitato un bel disastro.
    <Noi ora aspettare loro di finire, poi fare lavoro, e poi Pürscei aiuta te trovare... Yuuya? Giusto?>
    Si rivolse ancora a bassa voce solo alla piccolina, non considerando minimamente nessun'altro al momento.
    avatar
    117Dios

    Messaggi : 40
    Data d'iscrizione : 11.04.16
    Età : 23

    Character sheet
    Vita:
    36/40  (36/40)
    Mana:
    10/10  (10/10)
    Difesa: 17

    Re: [01/05/2016] Venti di tempesta [QUEST]

    Messaggio Da 117Dios il Dom Mag 08, 2016 9:04 pm

    Shiro non gli aveva risposto. Un demone intelligente e che parlava, però non gli aveva risposto, ignorandolo apposta.
    <Cos'è ragazzo, non ti mangio mica, io. Di solito i demoni sono grandi e cattivi, no? Ogni tanto assumono forma di animali, tipo Tahm Ken...> si fermò, e guardò il suino umanoide. Era un demone? Probabilmente lo era. Ci si poteva fidare di una cosa del genere?
    Si stava chiedendo quelle cose, quando all'improvviso il maiale fece uscire la propria rabbia. Il suo manto divenne nero. In effetti si era scurito man mano che parlava con lui. Una reazione del genere per un po' di idromele era da pazzi, e di certo Alexander non prendeva le minacce di morte alla leggera.
    Quando sbatté il randello a terra, facendo qualche danno e molto rumore, scattò anche lui.
    Prese il suo martello e fece un'azione molto simile, producendo lo stesso effetto. Forse era caduto un'altro bicchiere, forse era solo quello che aveva rovesciato e rotto lui, non ne era sicuro e non guardava. La sua armatura emise qualche getto d'aria pressurizzata e, impercettibile a tutti, aderì meglio al corpo, rimpicciolendosi di qualche frazione di centimetro e garantendo una reazione migliore in tandem col corpo.
    <Prima di mangiarmi devi essere sicuro che non ti faccia saltare denti, zanne o qualsiasi altro schifo che tu abbia in bocca, maiale.>
    Purscei era diventato quasi ferale. Non fece caso ai lamenti che si sentivano da quegli spuntoni strani. Probabilmente povere vittime innocenti.
    <Sei un demone, eh? Bastardo. Quante persone hai mangiato fino ad ora? Sei in combutta con questi altri sull'isola?>
    Chiuse i visori dell'elmo, in caso ci sarebbe stata qualche collutazione. Aggiustò le lenti e attivò la visione normale.
    <Se c'è qualcuno che potrebbe avvisarli del nostro arrivo, quello sei tu. Se anche non fosse, sei comunque una minaccia da neutralizzare. Facile farti grosso poi sederti come se non fosse accaduto nulla, eh? Facile fare il buono quando non hai ancora mangiato nessuno di quelli che si trovano qui, vero? Beh se proverai a fare qualcosa, sarà altrettanto facile per me ficcarti il martello su per il grugno e farti rimpiangere ogni istante che hai passato su questo mondo.>
    Detto ciò, prese il martello a due mani rimanendo allerta e in posizione da combattimento.
    <Chissà chi di voi aveva in mente di mangiare, dannato suino.> disse infine, un po' per offesa e un po' come avvertimento. Sperava che se ne andassero senza che fosse lui a dirlo, perché non poteva permettersi distrazioni.
    avatar
    Vanillash

    Messaggi : 21
    Data d'iscrizione : 11.04.16
    Età : 20
    Località : Lombardia

    Character sheet
    Vita:
    14/14  (14/14)
    Mana:
    26/28  (26/28)
    Difesa: 12

    Re: [01/05/2016] Venti di tempesta [QUEST]

    Messaggio Da Vanillash il Dom Mag 08, 2016 10:10 pm

    Pare che l'aver gettato altra legna su fuoco abbia aumentato la tensione.
    Appoggia il bicchiere oramai vuoto a terra, si alza in piedi e si guarda un po' attorno, come se stesse prendendo delle misure. < In effetti.. c'è un bel po' di spazio su questa piattaforma, non credete? > Non è riferito a nessuno in particolare, ma o dice comunque in modo che tutti lo possano sentire. < Penso che in caso di bisogno, si potrebbe tranquillamente combattere, non so, nel caso venissimo attaccati, per legittima difesa, o per qualche altro motivo.. > Mentre parla Judal guarda la ragazza, che poco prima era di fianco a lui, alzarsi ed andare dai due che fin'ora si sono sentiti ben poco, apparte qualche commento forse uscito controvoglia.
    Si alza, si stiracchia e guarda i liquore buttato a terra in precedenza dall'armatura. < Che spreco.. > Gli viene da dire a bassa voce, tuttavia l'accaduto aveva portato a qualcosa di molto divertente.
    Commentare ancora? Lasciare le cose come stanno? Il mago pensa a come aumentare la tensione.. mmh.. oh, ma certo, stiamo andando verso un'isola piena di demoni, quindi.. < Demone? Oh allora qualcun altro se n'è accorto! Si, Purscei è un demone, anche se non penso stesse cercando di mangiarci.. come tutti sappiamo i demoni sono conosciuti per i loro patti di sangue e per le loro azioni.. certamente non di buona fede, però lui mi sembrava abbastanza gentile. Inoltre qui non è l'unico, c'è qualcuno qui che in qualche modo è legati ai demoni, mi sto sbagliando? > Judal si volta verso Kayen sorridendo.
    Cammina lentamente verso il trio che si era formato poco prima notando solo ora una specie di gabbia sulla schiena di della ragazza. Quando si era tolto il mantello? Oh.. < Davvero carini questi.. volatili meccanici..? Volano? > Allunga la mano per toccare quello dal petto rosso.
    < Come si chiama? > Continua poi rivolgendosi a Kayen. < Il demone ovviamente. > Sorride. Sta sorridendo un po' troppo forse? Probabile. Ma che importa? A breve probabilmente non ce n'è sarà più nemmeno il tempo.
    avatar
    DarkStilgar

    Messaggi : 33
    Data d'iscrizione : 23.03.16
    Età : 35

    Character sheet
    Vita:
    45/50  (45/50)
    Mana:
    12/14  (12/14)
    Difesa: 18

    Re: [01/05/2016] Venti di tempesta [QUEST]

    Messaggio Da DarkStilgar il Lun Mag 09, 2016 1:53 pm

    Ed ecco che improvvisamente una piccola sezione quadrata del pavimento, delle dimensioni di circa quarantacinque centimetri di lato, si solleva improvvisamente rivelando un tubo nero con l'estremità in metallo bronzeo. Immediatamente, prima ancora che qualcuno possa reagire, da esso parte un violento getto d'acqua di mare ghiacciata che investe in pieno il purscei, svalinn e judal con una precisione quasi chirurgica.

    Judal che sta svolazzando rotola sul terreno con poca grazia ma senza danni apparenti. Gli altri due devono invece fare i conti con la doccia inaspettata.

    Ryu apparsa dal nulla come le altre volte, poco lontano da Erin, afferma: Possibile che non vi si possa lasciare da soli un minuto che litigate come bambini? E voi dovreste essere il meglio che potevo trovare?! Santo cielo che dio ce la mandi buona.. abbiamo un maiale troppo cresciuto che si arrabbia per dell'idromele.. e per quanto sia buono non credo che sia il momento per preoccuparsi di quello... poi abbiamo un ferrovecchio che cammina che non sa fare altro che provocare dimostrando una gran dose di maturità e prontezza di spirito... grand'uomo davvero... Dulcis in fundo abbiamo il clown volante che semina zizzania... NON-SU-QUESTA-NAVE... la prossima volta che getti benzina sul fuoco farò in modo di gettarne un po' io su di te... chiaro?!"

    Ryu sospirò leggermente per poi ribadire a bassa voce: "Bambini" Guardò quindi la ragazza poco distante da lei e aggiunse, questa volta in tono normale: Abbiamo finito le scansioni dell'isola proprio ora.. dopo la spiaggia iniziale ci sono 3 possibili percorsi che vanno verso la zona centrale dove sia la fonte di energia che la camera centrale sono collocate; il problema che non posso controllare esattamente dove vadano. Le letture della parte finale sono incerte a causa delle numerose interferenze... e non possiamo avvicinarci con al nave, il rischio di venire abbattuti dai sistemi di difesa automatica è troppo alto.. Il percorso più a ovest passa nella foresta e si inoltra all'interno di essa, circa a metà ho rilevato un fiume.. non ho altri dati. Quello a est invece si inerpica sul terreno brullo della montagna e arriva in una zona innevata per discendere al centro di una caverna.. L'ultimo infine, quello centrale, passa in una zona pianeggiante ricca di erba alta... e si conclude in una zona paludosa.. e ora sentiamo le tue domande Erin... speriamo che qualcuno che non abbia l'età mentale di un poppante ci sia a bordo di sta nave..." concluse lasciando che i suoi occhi scorressero rapidamente sulle sagome bagnate fradice.


    _________________
    In guerra l'importante non è morire per il proprio paese, ma far morire il nemico per il suo.

    Contenuto sponsorizzato

    Re: [01/05/2016] Venti di tempesta [QUEST]

    Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


      La data/ora di oggi è Mer Nov 14, 2018 11:16 pm