League of Legends Gdr Forum Italiano


    Yoko Kurama

    Condividi

    Ospite
    Ospite

    Yoko Kurama

    Messaggio Da Ospite il Mar Apr 12, 2016 5:15 pm

    Descrizione fisica
    Età 30 anni
    Altezza 180 cm.
    Peso 85 kg.
    Archetipo: Mago
    Scheda personaggio: Qui!

    statistiche


    Forza 12
    Destr 12
    Cost. 10
    Intel 16
    Sagg. 14


    Fisico atletico, asciutto, capelli lunghi fino alle spalle, mossi e rossi. Occhi verdi, sopracciglia folte labbra sottili, viso appuntito.
    il suo modo preferito di abbigliarsi consiste nell'uso di vestiti comodi e spesso kimoni che lo lasciano libero di muoversi.

    psicologia ed interazione
    spesso silenzioso ed a suo agio nel silenzio, Yoko si mostra introverso ed apparentemente timido. La sua connessione con la natura e le piante in particolare lo porta ad osservare il mondo secondo un punto di vista distaccato.
    Educato alla non violenza tende a cercare di risolvere i conflitti senza dover ricorrere a quella forma di comunicazione anche se, ovviamente, la natura sa come difendere se stessa.
    Abituato alla foresta ed al suo fresco abbraccio, Yoko si sente a disagio negli spazi aperti che, al contrario del suo habitat preferito, lo fanno sentire indifeso ed a disagio e nudo.

    BG
    Nato sull'isola di Ionia, Yoko Kurama è stato educato all'equilibrio e alla non violenza dai propri genitori. Tra i vari insegnamenti ricevuti, il giovane dai capelli rossi è stato formato al rispetto della natura e, di questa natura, in particolare il ragazzo amava le piante ed il mondo vegetale. Da fanciullo, durante una passeggiata nella foresta con i propri genitori, Yoko osservava pieno di curiosità le piante, inondando di domande papà e mamma fino a che, guardando verso un grande albero, vide una strana luminescenza. Iniziò a correre verso quel grande albero come se avesse appena scoperto un tesoro. "Yoko! Yoko!" urlò sua madre vedendolo allontanare. Il padre, si voltò di scatto in direzione del ragazzo ma, quando vide cosa stava accadendo già il fanciullo riversava a terra privo di sensi. Per qualche secondo una strana luminescenza lo accarezzò e, in quei secondi, alcuni lievi graffi che si era provocato nell'accaduto si rimarginarono senza lasciare traccia. Quando i genitori del ragazzino lo raggiunsero, la luminescenza era sparita e, Yoko, pareva solo addormentato. "Yoko svegliati! Yoko, che è successo? Yoko" dicevano i genitori spingendolo sulla spalla per destarlo. Come se si fosse svegliato dalla pennichella pomeridiana, il ragazzino guardò in viso i due preoccupati genitori e, con espressione perplessa domandò "che succede mamma?". I due adulti spiegarono al figlio quanto avevano visto, tralasciando la questione della luce che solo il ragazzino aveva visto e di cui non ricordava nulla. Da quel momento nulla più accadde di strano. Gli studi di Yoko continuarono regolari mentre l'interesse per la natura e per le sue forze misteriose aumentavano in lui. Nella tarda adolescenza, durante una solitaria passeggiata nella foresta, Yoko Kurama ebbe un flash. Un ricordo non suo gli si era affacciato alla mente. Scuotendo il capo il ragazzo dai capelli rossi scacciò quel ricordo ma, nei giorni seguenti, sempre quando si trovava nella foresta, i ricordi aumentarono, confusi ed incomprensibili. Un altro punto di vista sul mondo gli si stava palesando. Un mondo silenzioso ma vasto, intimamente connesso con il tutto, orientato al sole e sostentato dall'acqua, dalla terra e dal vento. Qualcosa stava cambiando nel ragazzo. Quella luce che in passato solo lui aveva visto ed alla quale era andato in contro lo aveva messo in connessione con qualche cosa di grande ed ora il suo corpo e la sua mente sono pronti ad accettare questo mondo. Quella luce che in passato entrò in lui e di cui Yoko non sa nulla, un tempo fu uno Spirito della Foresta che per decine di migliaia di anni ha vissuto in un grande e maestoso albero. Un giorno un gruppo di boscaioli iniziò ad abbattere alberi in quella zona. Lo Spirito iniziò a manifestare i propri poteri, animando gli alberi rimasti in piedi per poter respingere gli invasori ma questi irrispettosi boscaioli avevano altri piani per quell'area boschiva e, chiamati rinforzi alla fine abbatterono l'albero antico animato dallo Spirito della Foresta. Da allora lo Spirito sopravvisse in forma eterea, muovendosi per la foresta ma senza la maggior parte dei propri poteri. Con Yoko e la sua affinità alla natura, lo Spirito ha trovato una possibile via per dare sfogo al suo risentimento nei confronti di chi ha distrutto il suo precedente Avatar. Il carattere pacato e diplomatico di Yoko, tuttavia, lo mantenne a bada ed i poteri dell'entità rimasero sigillati per anni. Negli anni successivi tuttavia alcune capacità fuori dal comune iniziarono a palesarsi, controllate dal ragazzo. L'amore per la foresta ed il desiderio di preservarla ora sono la maggiore spinta che muove il ragazzo nella sua vita. In contrapposizione a questo, una strana inquietudine si palesa in lui quando si trova in grandi spazi aperti. Una sensazione di vulnerabilità gli mette un poco di inquietudine, come se questa connessione con il tutto in cui esso si crogiola venisse meno. Nella sua giovinezza, solo una volta il ragazzo si è trovato ad aver problemi con delle persone. Alcuni uomini minacciavano una zona boschiva a cui esso era particolarmente affezionato. Di quello che accadde si conoscono solo le voci dei superstiti che parlano di un uomo avvolto da luce verde, irriconoscibile a causa della luce stessa e della vegetazione che si animava respingendoli. Le versioni di questa storia sono varie e leggermente differenti tra di loro e, ancora una volta, Yoko non ne ricorda che vaghi silenziosi frammenti, come dopo un sogno confuso.


    Ultima modifica di PEG il Mar Apr 19, 2016 12:30 am, modificato 2 volte

      La data/ora di oggi è Mer Nov 14, 2018 10:37 pm