League of Legends Gdr Forum Italiano


    Joseph "Silver Hand"- Da approvare

    Condividi

    CzernabogH

    Messaggi : 4
    Data d'iscrizione : 30.04.16

    Character sheet
    Vita:
    26/26  (26/26)
    Mana:
    13/13  (13/13)
    Difesa: 14

    Joseph "Silver Hand"- Da approvare

    Messaggio Da CzernabogH il Sab Apr 30, 2016 5:02 pm

    Descrizione fisica:
    Alto 1,95 metri Silver indossa sempre una giacca da marinaio grigia ed un cappello da capitano che presentano entrambi i segni del tempo e delle battaglie tra parti sgualcite e rattoppate. Il suo viso incorniciato da una barba incolta è austero e fa capire subito che non è un tipo amichevole. Gli occhi sono marrone scuro e sono quasi sempre proiettati nel vuoto, come a guardare oltre a ciò che ha davanti.
    I capelli neri indomabili vengono sempre schiacciati dal cappello che è solito portare per l'intera giornata.
    Il braccio sinistro è perennemente coperto da un supporto di ferro con un diadema argentato sulla mano.

    Psicologia: Silver è sempre stato stoico dal giorno in cui il suo braccio sinistro è stato orribilmente deturpato costringendolo a portare un supporto metallico. Nonostante paga sempre quello che deve detesta anche solo spendere un centesimo in più, infatti ogni volta che torna in porto si infuria con la moglie che compra a sproposito senza il suo consenso. Diventa spesso e volentieri infatti taccagno, ricordandosi che a Bilgewater una sola moneta d’argento può fare la differenza tra la vita e la morte.
    Odia i pirati, li considera schifose sanguisughe capaci solo di distruggere ciò che toccano, comprese le navi che anche ora suo padre costruisce nel suo cantiere.


    Statistische:
    For 18
    Des 10
    Cos 14
    Int 10
    Sag 12



    Silver Joseph nacque a Bilgewater, uno dei peggiori luoghi al mondo dove far crescere un bambino, ma nonostante ciò Joseph poté vivere un infanzia quasi normale tra marinai e carpentieri.
    Figlio di Melchior Silver, uno dei migliori e più ricchi carpentieri dell’arcipelago, imparò presto tutto sulle navi ma soprattutto sulle sue armi preferiti: i cannoni. Il padre non li costruiva personalmente ma nei suoi cantieri arrivavano ogni tipo di bocca da fuoco pronti per essere collocati sulle navi e poter allo stesso tempo distruggere in mare il lavoro di altri carpentieri. Mentre non passava le giornate nei cantieri faceva lavori di poco conto nel porto imparando al tempo stesso il valore dei serpenti d’argento e delle rare merci tanto desiderate estratte dai mostri marini.
    La sua era una vita quasi perfetta fino a quando suo padre non si ritrovò dei pirati come nemici per il prezzo pattuito su una nave che aveva come arsenale particolari cannoni con la possibilità di impugnarli ed inserire il braccio all’interno per poi fare fuoco ravvicinato. Dopo varie minacce i pirati passarono all’azione e bruciarono uno dei cantieri mentre c’erano diverse persone a lavorarci. Quasi tutti riuscirono a fuggire ma Joseph si ritrovò nell’inferno di fiamme con il braccio sinistro bloccato sotto un’asse infuocata. Ridotto come un ratto in trappola fece affidamento alla forza di disperazione liberandosi infine con il braccio semi distretto e si avviò verso l’esterno trascinando uno dei pochi prototipi di quei formidabili cannoni portatili. Ma quando era vicino all’uscita vide quell’uomo che tanto aveva discusso con suo padre, il capitano di quei pirati incendiari, che sparava ad un uomo morente. Colto da un’ira animalesca puntò l’arma e prima ancora che il pirata potesse rimettere mano alla pistola si ritrovò un buco nel petto. Mentre i carpentieri cercava di sfondare la porta bloccata una delle scoppiò in frammenti rivelando Joseph coperto da sangue e cenere con lo sguardo tipico di chi sarebbe dovuto morire ma l’ha fatta in barba a Kindred. Suo padre lo trascinò dai migliori medici ed alla fine il ragazzo poté continuare una vita quasi normale, a parte il rinforzo metallico sul braccio sinistro che era stato terribilmente martoriato.
    Passati gli anni Joseph intraprese la via di capitano di un mercantile ottenendo sanguinosi successi contro i pirati che avevano l’ardire di sfidarlo e utilizzando proprio quel formidabile cannone con cui aveva ucciso il suo primo uomo. La sa fama aumentò sempre di più rendendo la sua nave, la “Awry Member”, un’assicurazione contro anche i peggiori pirati. La sua vita di carneficine tra i pirati e pagamenti sempre più alti cambiò quando dovette scortare un mercante ioniano e la sua guardia del corpo, Lucy Sorrow, la mercenaria figlia del nobile caduto da Noxus James De Relev e la piratessa Margareth Sorrow.
    I due entravano spesso e volentieri in conflitto, dato le alte pretese di Sorrow per ottenere maggiori comodità e la caparbietà di Silver che non era disposto di viziare i suoi passeggeri. Ma i due si trovarono in sincronia quasi perfetta durante gli attacchi dei pirati, lui con il suo pugno ed il cannone mentre lei con le sue lame eliminando rapidamente ogni minaccia. Portato a termine il suo compito la mercenaria si è unita alla ciurma della “Awry Member” e poi due anni dopo convogliare le nozze con Joseph nonostante le continue discussioni dei due.
    Dopo la morte di Gangplank Joseph si è ritrovato con i mari sgombri dato che i suoi nemici abituali si stavano uccidendo tra di loro, tant’è che accumulò abbastanza da poter aprire una delle più rinomate locande di bilgewater: la “Lacrima d’argento” che gestisce la stessa Lucy.
    Nonostante il suo astio verso i pirati però Silver non si è mai alleato con Miss Fortune considerando tutto questo solo una presa di potere da parte della cacciatrice di taglie…
    avatar
    Sahira

    Messaggi : 51
    Data d'iscrizione : 03.04.16
    Età : 24

    Character sheet
    Vita:
    10/10  (10/10)
    Mana:
    18/22  (18/22)
    Difesa: 12

    Re: Joseph "Silver Hand"- Da approvare

    Messaggio Da Sahira il Gio Mag 05, 2016 2:53 pm

    flower Timbro di Shiny Flowey a te Very Happy

      La data/ora di oggi è Mer Nov 14, 2018 10:57 pm