League of Legends Gdr Forum Italiano


    Orythia Chthonia, la Fiamma Blu - da approvare

    Condividi
    avatar
    Orythia

    Messaggi : 3
    Data d'iscrizione : 06.05.16
    Età : 24
    Località : Reggio Calabria

    Character sheet
    Vita:
    34/34  (34/34)
    Mana:
    10/10  (10/10)
    Difesa: 15

    Orythia Chthonia, la Fiamma Blu - da approvare

    Messaggio Da Orythia il Ven Mag 06, 2016 1:56 pm

    Orythia Chthonia, la Fiamma Blu



    Aspetto:

    Orythia è una giovane ragazza di 14 anni (data della sua creazione), metà drago e metà umana. Nonostante tutto possiede il fisico di una ragazza di oltre vent'anni. Alta 1,86m e con lunghi capelli di un curioso ed inusuale azzurro, lunghi fino al coccige, occhi verdi e brillanti come smeraldi, denti bianchi ed affilati con un paio di canini molto pronunciati rispetto agli umani. Fisico asciutto ma femminile. Pelle simile a quella umana, ma più dura e resistente. Artigli di mani e piedi duri ed affilati, come quelli di un drago.
    Possiede una coda a scaglie ed un paio d'ali di membrana, tutti questi arti addizionali sono di colore azzurro.
    La parte superiore della coda è costellata di ossa sporgenti ed affilate, mentre il resto è ricoperto di scaglie. La coda non è particolarmente prensile, ma con un po' di impegno, potrebbe usarla per aggrapparsi a qualcosa di abbastanza largo, dato che non può piegarsi più di tanto. Le ali, invece, stanno piegate dietro la schiena.
    La si può spesso vedere con indosso un'armatura rossa, adornata da quattro gemme. Due smeraldi poco sotto la clavicola, uno zaffiro al centro dello sterno, ed un ultimo smeraldo subito sotto l'ombelico.
    L'armatura è di fattura pregiata, curata in ogni minimo dettaglio e dura più delle sue stesse scaglie. Gli spallacci, gli avambracci e le ginocchiere sono artigliate.


    Che tipo è:

    Orythia è una ragazza abbastanza irascibile, perde facilmente le staffe ma rispetta sempre le decisioni altrui, se queste non vanno contro un essere vivente innocente. È solita digrignare i denti quando sente un barlume di nervosismo toccarle l'anima. Tutto sommato è una persona amichevole, forse un po' silenziosa. Ama i colori accesi dei fiori e della natura in generale. Ama gli animali e li rispetta, facendo di tutto pur di difenderli in caso di pericolo; non permetterebbe mai all'uomo di rovinare il mondo più di quanto non abbia già fatto. Resiste al dolore più di chiunque altro. Soffre di incubi frequenti.


    C'era una volta...

    Nacque a Noxus da un rituale effettuato con la magia nera da un quartetto di maghi principianti, con l'intento di creare una creatura forte e possente come un drago, ma legata al volere degli umani solo per ricevere un riconoscimento e magari anche un po' di soldi da parte dell'Alto Comando Noxiano. Con grande sorpresa degli incantatori, al posto di un potente drago apparve inaspettatamente una piccola bambina presentante un paio d'ali ed una coda di drago, con la statura all'incirca quanto quella di un infante di sette anni. I maghi, altezzosi e orgogliosi della loro magia, non volevano ammettere la loro inesperienza, ma non avendo comunque nulla da perdere decisero di crescerla come una vera Noxiana per poi presentarla all'Alto Comando Noxiano come arma al servizio di Noxus, seppure preoccupati dal fatto che di solito gli umani sono volubili; confidavano comunque nel fatto che essendo nata da dalle scaglie di drago fosse più parte drago che umana. Passò gran parte della sua vita rinchiusa nei sotterranei di una piccola casetta, insieme ai maghi di questa curiosa setta. Non si preoccupò troppo del mondo esterno, non conoscendolo, né seppe mai cosa significasse dolore fisico e mentale durante la sua infanzia. La sua educazione fu uguale a quella di ogni altro bambino Noxiano che poteva permettersela, senza tralasciare i punti più importanti come la storia del paese e di Runeterra tutta. La piccola Orythia oltretutto non seppe nemmeno cosa volesse dire avere un vizio. Si accontentò sempre ed i maghi la trattarono sempre con discrezione, dandole attenzione solo quando necessario. Per lei, un atteggiamento od un altro, non fecero mai né caldo né freddo. Durante i suoi anni di solitudine si affezionò ad un merlo albino che si posava sempre sulla finestra della sua camera a cui dava da mangiare piccole briciole di pane. Passò due anni con il merlo sempre pronto a tenerle compagnia durante le prime luci del mattino con il suo gioioso e costante cinguettare, come un piccolo flauto. Improvvisamente, in un giorno d'estate, quel bianco merlo non apparve più. La giovane Orythia aspettò per mesi il suo ritorno, invano, portando sempre nel suo cuore il ricordo di quell'adorabile creatura, chiedendosi per quale motivo possa essere sparita. Passati un paio d'anni, raggiunta una presunta maturità, ricevette l'armatura che indossa ancora oggi, infusa con la magia per una resistenza maggiore; poteva finalmente vedere il mondo esterno. Fu quindi iniziata alla legge di Noxus. Legge che trovò sempre normale, poiché mai conobbe il significato di "sofferenza", fin quando non vide un innocente morirle davanti soltanto perché chiese un pezzo di pane ad una guardia; non aveva di che vivere. Passò molto tempo chiusa in sé stessa per ripensare all'accaduto, smise di mangiare e bere per giorni, per capire la situazione in cui riversavano i bassifondi di Noxus. Non riuscii mai ad arrivare al punto della situazione. Non sapeva davvero cosa volesse dire "sofferenza". Si ribellò quindi al volere di coloro che la crebbero, fuggendo via da Noxus, alla ricerca di una risposta all'infuori delle mura di Noxus.


    Statistiche:

    ForzaDestrezzaCostituzioneIntelligenzaSaggezza
    1410161410
    avatar
    Sahira

    Messaggi : 51
    Data d'iscrizione : 03.04.16
    Età : 24

    Character sheet
    Vita:
    10/10  (10/10)
    Mana:
    18/22  (18/22)
    Difesa: 12

    Re: Orythia Chthonia, la Fiamma Blu - da approvare

    Messaggio Da Sahira il Mer Mag 11, 2016 1:47 am

    flower Timbro dello Shiny Flowey! Very Happy

      La data/ora di oggi è Mer Nov 14, 2018 10:37 pm